Σάββατο, 6 Σεπτεμβρίου 2008

Antonio Di Pietro con Carlo Ruta, per la libertà sul web

ΕΙΜΑΣΤΕ ΟΛΟΙ ΠΑΡΑΝΟΜΟΙ
ΑΛΛΗΛΕΓΓΥΗ ΣΤΟΝ Carlo Ruta
Antonio Di Pietro con Carlo Ruta, per la libertà sul web
Mentre si allarga nel mondo del web e nel paese civile la mobilitazione contro la sentenza siciliana, che di fatto condanna l’informazione sul web come illegale e clandestina, giunge un nuovo importante impegno dal versante politico. Antonio Di Pietro, leader nazionale del Partito dei Valori, il 4 settembre ha preso posizione in favore di Carlo Ruta e della libera espressione in rete, firmando un articolo sul proprio blog in cui si legge che “quanto accaduto è un atto grave, anzi gravissimo ed è accaduto in una regione dove l’omertà è l’humus su cui cresce e prolifera l’arroganza della malavita organizzata”.
L’ex magistrato di Mani pulite è deciso nel richiamare l’inadeguatezza della legge vigente, dicendola “del tutto fuori tempo e inconciliabile con le nuove forme di comunicazione introdotte con la rivoluzione portata dalla Rete”. Spiega altresì che la medesima deve ritenersi incostituzionale “perché il diritto di informare la costituzione lo riserva a tutti e non solo alla carta stampata che ha registrato il proprio marchio al tribunale”. Afferma quindi che sta provvedendo a redigere una nuova interrogazione parlamentare sulla vicenda, dopo quella del deputato Giuseppe Giulietti, con l’intento di richiedere una nuova normativa che, al più presto, ponga fine a ogni equivoco e sancisca in via definitiva, come è di un paese autenticamente civile, la piena libertà sul web.
Giovanna Corradini
Paolo FiorNello
Lo MonacoCarla Cau
Serena Minicuci
Barbara Gribaudo

Δεν υπάρχουν σχόλια: